stiamo tranquilli…

Guerre di Rete – Spyware Ltd. (parte 1)

0 commenti

Vent’anni di industria della sorveglianza più profonda: quella che opera attraverso l’inoculazione di un trojan, uno spyware. I due termini — che qui sono usati come sinonimi — indicano quei software malevoli che di nascosto prendono il controllo di un dispositivo e ne spiano, tracciano, intercettano tutte le attività: mail, messaggistica (inclusa quella cifrata, visto che il controllo avviene direttamente tramite il dispositivo), foto, video, geolocalizzazione, file salvati, screenshot dello schermo, microfono e videocamera che possono attivarsi e registrare. Un’industria che lavora principalmente al servizio di governi, forze dell’ordine, intelligence per svolgere indagini. Ma che, da almeno dieci anni, ha iniziato a sollevare interrogativi e preoccupazioni in ricercatori di sicurezza informatica, giornalisti, hacktivisti, attivisti per i diritti umani, aziende che si occupano di cyber-difesa. Da un decennio questo gruppetto inizialmente sparuto e stranamente assortito chiede maggiori controlli e trasparenza sul settore, e soprattutto salvaguardie contro l’abuso di questi strumenti, specie in Paesi con tendenze autoritarie.

Continua a leggere su Guerre di Rete, la newsletter


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.