stiamo tranquilli…

Il miliardario Mark Cuban vuole rivoluzionare il settore farmaceutico

0 commenti

Un articolo di Forbes parla di come Mark Cuban, famoso per essere il vulcanico proprietario dei Dallas Mavericks della NBA, abbia deciso di investire nel mercato dei farmaci generici, con la motivazione di volerne ridurre il costo per i consumatori.

“Il prezzo dei farmaci generici è ridicolo. Fine della storia”, ha scritto in una mail Mark Cuban, il cui patrimonio è di 4,2 miliardi di dollari secondo le stime di Forbes. Cuban non ha rivelato quanto abbia investito nell’azienda che porta il suo nome. “Ci ho messo il nome perché volevo dimostrare che il capitalismo può essere vicino alla gente e perché volevo comunicare che mi impegnerò con tutto me stesso”.

L’idea di creare l’azienda, che ha sede a Dallas, in Texas, è nata da uno dei più celebri scandali legati al prezzo dei medicinali dell’ultimo decennio: quello del cosiddetto “Pharma Bro” Martin Shkreli, che alzò il prezzo del Daraprim del 5000% – da 13,50 a 750 dollari per confezione – quando era l’amministratore delegato di Turing Pharmaceuticals. Il farmaco è utilizzato per curare una grave infezione da parassiti. “Quella vicenda mi aveva fatto infuriare”, dichiara il fondatore e amministratore delegato della Mark Cuban Cost Plus Drug Company, Alex Oshmyansky, che esercita anche come medico. “Alcuni miei pazienti hanno subito gravi conseguenze per il costo elevato dei medicinali, che avrebbero dovuto essere molto economici. Sono arrabbiato da molto tempo”.

Al di là degli ovvi interessi personali e delle altrettanto ovvie opportunità di profitto, vedremo a breve se la mano invisibile del mercato funzionerà in questo caso per ridurre le spese mediche degli statunitensi che sono attualmente fuori controllo.

 

Immagine da Pixabay


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.