stiamo tranquilli…

Intimidito e zittito dalla Bestia di Matteo Salvini: una storia per niente a lieto fine

Intimidito e zittito dalla Bestia di Matteo Salvini: una storia per niente a lieto fine

0 commenti

Il dibattito se sia lecito che i gestori dei social cancelli o sanzionino account che si comportano male per adesso pare trascurare una questione: ma i moderatori dei social sono in grado di fare questo lavoro con efficacia ed equità? O cadono in trappole abbastanza evidenti ? Luca Bottura sull’Espresso racconta la propria esperienza.

Perché chi gestisce i social per mestiere sa quel che fare: va a cercare due vecchi post satirici sui fascisti (un finto tweet di Mussolini che annuncia la Marcia su Roma, uno che usa il logo di Casa Pound) e fa finta che il fascista sia io.

In California, gongolano gli hater, ci sarà certamente un tizio che non capisce la differenza e agirà. Infatti accade: blocco del profilo e impossibilità di postare video per un mese. Nel frattempo, Salvini mi ha condiviso anche su Facebook, per aumentare la portata della “lezione”, e gli hater leghisti hanno avviato una betoniera di letame alla quale non posso rispondere perché mi hanno legato le dita. Mi menano e non posso replicare.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.