stiamo tranquilli…

La pandemia e i filosofi del parlare a vanvera

La pandemia e i filosofi del parlare a vanvera

0 commenti

Giovanni Boniolo sull’Huffington Post commenta la bulimia di opinioni durante la pandemia:

Mi voglio, invece, soffermare su un’altra tipologia di “filosofi”, ossia i filosofi del parlare a vanvera. Ci sono i filosofi della musica, i filosofi della religione, della scienza, dell’arte ecc. E quelli onesti, oltre a conoscere le tecniche filosofiche, conoscono anche l’ambito del sapere di cui si occupano: conoscono la musica, la religione, la scienza, l’arte ecc. E quelli onesti sanno che c’è una storia con cui fare i conti, ci sono delle tecniche filosofiche che si possono o si devono usare, c’è una comunità internazionale con cui confrontarsi. Ma ci sono i “filosofi del parlare a vanvera”. Non sanno nulla del campo in cui oracolano, ma oracolano senza paura di scadere nel patetico e nel ridicolo. Non vogliono confrontarsi con la comunità internazionale che snobbano altezzosamente in nome di una italianità incomprensibile. Preferiscono autarchici orgasmi e autarchiche celebrazioni.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.