stiamo tranquilli…

«La scuola cattolica» vietato ai 18: per la Commissione equipara vittime e carnefici

«La scuola cattolica» vietato ai 18: per la Commissione equipara vittime e carnefici

0 commenti

Il film “La scuola cattolica” di Stefano Mordini in cui si ricostruisce la strage del Circeo è stato vietato ai minori di anni 18 perché la Commissione incaricata dal Ministero della cultura ha ritenuto che:

 “Il film presenta una narrazione filmica che ha come suo punto centrale la sostanziale equiparazione della vittima e del carnefice. In particolare i protagonisti della vicenda pur partendo da situazioni sociali diverse, finiscono per apparire tutti incapaci di comprendere la situazione in cui si trovano coinvolti. Questa lettura che appare dalle immagini, assai violente negli ultimi venti minuti, viene preceduta nella prima parte del film, da una scena in cui un professore, soffermandosi su un dipinto in cui Cristo viene flagellato, fornisce assieme ai ragazzi, tra i quali gli omicidi del Circeo, un’interpretazione in cui gli stessi, Gesù Cristo e i flagellanti vengono sostanzialmente messi sullo stesso piano”

L’autore sconcertato risponde:

“Non riesco a trovare delle ragioni valide per questa censura e se mi sforzo di trovarle, mi inquietano. Nella motivazione della commissione censura si lamenta il fatto che le vittime e i carnefici siano equiparati, con particolare riferimento a una lezione di un professore di religione, ma questo è esattamente il contrario di quello che racconta il film, e cioè che, provenendo dalla stessa cultura, è sempre possibile compiere una scelta e non deviare verso il male.”

Ne parla La Repubblica.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.