stiamo tranquilli…

Le idee di una progressista musulmana

0 commenti

In un articolo per Vanity Fair, Sumaya Abdel Qader, autrice de “Quel che abbiamo in testa“,  parla delle sue idee di integrazione, progressismo, islam e della varità di posizioni culturali e religiose all’interno della stessa comunità islamica italiana.

Il romanzo, di facile lettura, è denso di spunti di riflessione. Racconta la storia di Horra, personaggio che somiglia – almeno in parte – alla sua autrice: ha quarant’anni, è un’italiana di seconda generazione, sta per laurearsi in giurisprudenza, è attiva all’interno della comunità musulmana, porta il velo, ha due figlie, un marito adorato e un gruppo eterogeneo di amiche con cui parla di tutto. Intorno a lei si muove la nuova società italiana, nella quale il numero di cittadini di religione musulmana è in aumento, elemento di novità che pone molte delicate questioni. Abbiamo incontrato Sumaya durante la presentazione del suo libro a Monza, qualche giorno fa.

Immagine: https://www.piqsels.com/en/public-domain-photo-sfkka


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.