stiamo tranquilli…

L’emergenza coronavirus – 7 – 9 Dicembre 2020

0 commenti

Sul sito della protezione civile si può vedere una mappa della situazione in Italia (qui c’è la versione per dispositivi mobili). Su VirusConV si possono trovare i dati per la situazione mondiale. Il sito del Sole 24 ore fornisce dati e mappe aggiornate e qui potete trovare infografiche aggiornate sulla base dei dati del Ministero della Salute

Qui trovate la pagina ufficiale di AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) con tutte le ultime novità sugli studi condotti in Italia. Qui trovate gli aggiornamenti settimanali dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità)
Se ci sono articoli che vorreste vedere nel prossimo post segnalateli qui.
Manteniamo leggibili i post sulla pandemia.
Facciamo uno sforzo contenendo gli OT e le risse: leggere le discussioni centrate sull’argomento è utile a tutti.

Ecco come il supercomputer di Eni sta supportando la ricerca di terapie per il Covid

di Perodatrent

Industria Italiana dà notizia che lo ENI ha offerto al consorzio Exscalate4CoV l’uso del suo HPC, uno dei più potenti al mondo, per fare modellazione molecolare di farmaci usabili per trattare la Covid-19.

La ricerca condotta dal consorzio ha già individuato un vecchio farmaco, il raloxifene, che potrebbe interagire col virus inibendone la moltiplicazione.

 

Perchè vaccinare per primi gli ospiti delle RSA? Un voto contrario evidenzia il dilemma

di Perodatrent

Il notiziario Edition della CNN riporta e commenta  la notizia che nella riunione del CDC americano che ha deciso le raccomandazioni per il piano di vaccinazione per la Covid-19 non c’è stata unanimità.

Le raccomandazioni pubblicate prevedono che le prime categorie ad essere vaccinate siano il personale sanitario e i ricoverati nelle RSA, ma uno dei componenti ha fatto notare che ci sono ragioni per le quali gli anziani ricoverati nel RSA non debbano essere tra i primi ad essere vaccinati, per due motivi.

  1. Il vaccino non è stato sperimentato sulle persone fragili come gli ospiti delle, case di riposo.
  2. Proprio perché queste persone sono particolarmente fragili, la loro morte è molto più frequente di quella di persone sane, e le morti che sicuramente avverranno dopo il vaccino potrebbero essere attribuite proprio a quello.

“We would not at all be surprised to see, coincidentally, vaccination happening and then having someone pass away a short time after they receive a vaccine, not because it has anything to do with the vaccination but just because that’s the place where people at the end of their lives reside,” Moore said. “One of the things we want to make sure people understand is that they should not be unnecessarily alarmed if there are reports, once we start vaccinating, of someone or multiple people dying within a day or two of their vaccination who are residents of a long-term care facility. That would be something we would expect, as a normal occurrence, because people die frequently in nursing homes.”


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.