stiamo tranquilli…

Morte di Stefano Cucchi, il carabiniere Casamassima: «Minacciato dai colleghi, il governo faccia qualcosa»

0 commenti

A cura di @NedCuttle21(Ulm).

Il carabiniere Riccardo Casamassima, testimone chiave del processo per la morte di Stefano Cucchi, ha denunciato pubblicamente di essere vittima di mobbing. Ne parla un articolo pubblicato su Left.

«Ci tengo a fare questa diretta perché voglio che si venga a sapere quello che mi sta succedendo…». Appare in divisa su un noto social network , l’appuntato dei carabinieri che, il 15 maggio scorso ha testimoniato al processo Cucchi. Ora il militare denuncia pubblicamente il mobbing nei suoi confronti fornendo uno spaccato inquietante delle condizioni di lavoro nell’Arma. Storie che già sono accadute nei confronti dell’appuntato che volle denunciare l’esistenza di milioni di schedature illegali nelle caserme dei carabinieri (è stato radiato dal corpo), o dell’ispettore della digos che osò scrivere una lettera aperta, sotto forma di lettera a Federico Aldrovandi, durante il processo per l’omicidio di quel diciottenne, a Ferrara, che lui aveva conosciuto da piccolo, aveva accompagnato a scuola e che gli era toccato riconoscere stecchito dalla violenza di quattro suoi colleghi.

 


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.