stiamo tranquilli…

Sistema solare: aprile 2019

0 commenti

A cura di @MostroDeiBiscotti.

# Terra

Moon 2024: un editoriale di Ars Technica fa il punto sulla missione NASA che vorrebbe riportare l’uomo sulla Luna nel 2024. Costi e dettagli operativi della proposta, accolta con freddezza dai democratici in Parlamento, sembrano al momento sconosciuti anche all’amministratore della NASA.

Il programma SLS prosegue secondo i piani originari e sembra quindi destinato a scontare i ritardi già previsti. Rispetto alla Exploration Mission 1 (EM-1) la NASA ha analizzato le possibili alternative all’SLS trovandole impraticabili in tempi brevi.

Un rapporto indipendente ha escluso che la NASA possa inviare astronauti su Marte prima della fine degli anni ’30.

Un problema all’impianto elettrico dell’ISS che ha causato il rinvio di un lancio di rifornimento è stato infine risolto.

Il telescopio spaziale TESS ha rilevato il suo primo esopianeta di dimensioni terrestri.

NASA ed ESA hanno svolto una esercitazione di difesa planetaria simulando l’arrivo di un asteroide destinato a colpire la Terra. (via Rad Omotto)

Due razzi suborbitali della NASA, nell’ambito della missione AZURE, hanno rilasciato in atmosfera sostanze in grado di produrre delle nubi luminose creando uno spettacolo particolarmente suggestivo nei cieli della Norvegia.

Secondo alcuni scienziati, la sostituzione del magnetometro di Europa Clipper potrebbe compromettere i risultati scientifici della missione.

Cattive notizie dal programma Commercial Crew della NASA: la capsula Crew Dragon di SpaceX ha registrato un malfunzionamento durante una serie di prove a terra svolte sulla Landing Zone 1 del Kennedy Space Center. Ad oggi non si conoscono le cause di quella che, da un video amatoriale, sembra essere una esplosione. SpaceX e NASA hanno per ora mantenuto uno stretto riserbo sulla vicenda, rivelando soltanto pochi dettagli. Problemi anche per la CST-100 Starliner di Boeing per la quale è stato confermato l’ennesimo slittamento del lancio di prova.

Si è svolto con successo il primo lancio commerciale di un Falcon Heavy. Il core centrale, inizialmente recuperato, è rimasto danneggiato durante il rientro in porto. La prossima missione di un Falcon Heavy, qui descritta in un video di SpaceX, è prevista per giugno e si preannuncia piuttosto complessa.

La NASA ha assegnato a SpaceX un contratto per il lancio di DART, Double Asteroid Redirection Test, una sonda che mira a studiare la possibilità di deviare un asteroide dalla sua traiettoria tramite l’impatto di un proiettile.

Primo static fire del motore Raptor installato sullo Starhopper.

ESA si è impegnata ad acquistare altri 4 lanci per il nuovo Ariane 6, passando da 3 a 7, permettendo così l’avvio della fase di produzione.

Secondo RIA Novosti, Roscosmos si appresterebbe ad abbandonare lo storico Sito n. 1 (Ploshchadka No. 1) di Baikonur.

Inevitabili ritardi per Chandrayaan-2, la seconda missione lunare dell’agenzia spaziale indiana, dopo che il lander Vikram è rimasto danneggiato durante alcuni test.

Giorgio Saccoccia è il nuovo Presidente di ASI.

Stratolaunch ha effettuato il suo primo volo di prova.

New Shepard di New Origin ha concluso con successo un nuovo lancio.

# Luna

Il lander israeliano Beresheet, dopo essere entrato in orbita lunare, si è schiantato sulla Luna durante la fase di discesa a causa di un problema le cui cause rimangono sconosciute. Il team di sviluppo ha annunciato la costruzione di Beresheet 2.

Il rover Yutu-2 di CNSA prosegue la sua attività.

# Asteroidi

La sonda Hayabusa2 ha rilasciato un ordigno esplosivo su Ryugu, ordigno che è successivamente detonato creando un cratere sull’asteroide.

Sfruttando il laser altimetro, OSIRIS-REx ha costruito una vista 3D dell’asteroide Bennu.

# Marte

Curiosity ha iniziato a esplorare una zona del Monte Sharp ricca di rocce argillose.

The Planetary Society racconta gli ultimi giorni di Opportunity.

La sonda Mars Express di ESA ha confermato il rilevamento di picchi di metano effettuato da Curiosity nel 2014.

Pubblicate le prime ricerche frutto dei dati raccolti da Trace Gas Orbiter di ESA-Roscosmos: nel periodo da aprile ad agosto del 2018 la sonda non ha rilevato metano nell’atmosfera di Marte.

Il sismometro di InSight potrebbe aver registrato per la prima volta un terremoto marziano. Nessuna novità di rilievo invece per la talpa della sonda di calore di InSight, ancora bloccata nella posizione in cui si trovava il mese scorso.

# Varie

Prosegue la consultazione promossa da ESA per raccogliere idee e opinioni circa gli obiettivi più importanti che l’Agenzia dovrebbe perseguire. Il sondaggio è disponibile a questo indirizzo: https://esa.sciwise.org/

Intorno a Proxima Centauri potrebbe orbitare un secondo pianeta di massa sei volte superiore a quella della Terra. (via Me)

Una conferenza sull’astronomia multimessaggero. (via Me)

The Halo Drive: come sfruttare un buco nero per portare una sonda a velocità relativistiche. (via Me)

Il lancio della Progress MS-10 visto dalla ISS. (via Werner58)

Due lanci Soyuz in un giorno. (via Sol Invictus)

A caccia di “rifiuti spaziali”: un articolo di Wired dedicato ai cercatori di “rifiuti spaziali” russi e un documentario che mostra come la Cina gestisce il problema dei detriti che ricadono a terra durante un lancio.

Immagine da Nasa/Lee Wingfield.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.