stiamo tranquilli…

Un triangolo impossibile?

0 commenti

L’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale pubblica un articolo di Filippo Fasulo e Davide Tentori dal titolo “Il triangolo impossibile”  nel quale vengono valutate le relazioni tra Washington, Pechino e Bruxelles e il loro impatto nella definizione degli scenari globali dei prossimi anni.

Il 30 dicembre del 2020 l’anno si era chiuso con un deciso avvicinamento tra Europa e Cina, in aperto contrasto con le indicazioni degli Stati Uniti. Dodici mesi dopo, Biden ha rafforzato la posizione di contrasto alla Cina del Governo americano, mentre il Parlamento Europeo ha affossato l’accordo bilaterale sugli investimenti con la Cina (CAI) e il suo grande sponsor, Angela Merkel, ha lasciato l’incarico di Cancelliera dopo sedici anni alla guida della Germania.

Dall’elezione di Biden il primo incontro bilaterale, anche se solo virtuale, tra il presidente americano e Xi Jinping ha avuto luogo solamente il 16 novembre 2021, a testimonianza di una perdurante freddezza nei rapporti.

L’assenza di un colloquio faccia a faccia stava inoltre cominciando a costituire un piccolo caso, visto che nel corso dell’anno erano già saltati possibili incontri a Roma in occasione del G20 e a Glasgow per la Cop26. Il colloquio virtuale non ha però cambiato radicalmente un quadro di distanza tra i due leader che nell’ultimo anno hanno tenuto i rapporti diretti al livello minimo.

Con l’organizzazione del Summit for Democracy, tenutosi dall’8 al 10 dicembre 2021 Biden ha proseguito la sua politica di demarcazione tra autocrazie e democrazie. Biden ha promosso anche iniziative regionali in ambito di sicurezza come il Quad Summit (un dialogo strategico tra Stati Uniti , India, Australia e Giappone) e la novità AUKUS (il patto di sicurezza trilaterale tra Australia, Regno Unito e Stati Uniti, annunciato il 15 settembre 2021).

Questa azione americana ha anche cercato di produrre un riavvicinamento con l’Europa, dopo che la Presidenza Trump aveva causato un deciso allargamento delle due sponde dell’Atlantico. Come interagiscono tra loro i vertici di questo triangolo? E come le relazioni tra Washington, Pechino e Bruxelles potranno avere un impatto nel definire gli scenari globali dei prossimi anni?

a cura di @Giovanni e @Kenmare


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.