stiamo tranquilli…

Cosa serve all’Europa per battere il nuovo fronte populista

Cosa serve all’Europa per battere il nuovo fronte populista

0 commenti

A cura di @NedCuttle21(Ulm).

Su Internazionale, le riflessioni di Michael Braun sui movimenti euroscettici e xenofobi, in continua crescita, e sul futuro dell’Unione Europea.

“È il mio eroe”. Il premier ungherese Viktor Orbán non ha scelto mezzi termini per tessere le lodi di Matteo Salvini al loro incontro a Milano. E come poteva essere altrimenti? Salvini, nella retorica come nelle sue azioni, non fa altro che seguire le orme di Orbán, da anni sulle barricate per difendere l’Ungheria, per difendere l’Europa contro “l’invasione” dei profughi – vengano dalla Siria, dall’Iraq o dall’Africa. E le simpatie non finiscono qui. Certo, fino a oggi Salvini non ha teorizzato il modello della “democrazia illiberale”, come il suo amico magiaro, ma possiamo dare per assodato che quel modello gli piace eccome. Non stupisce quindi che i due prefigurino, in vista delle elezioni europee del maggio 2019, la creazione di un’alleanza di forze sovraniste e populiste di destra, ideata per cambiare l’Unione europea nelle sue fondamenta.

 


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.