stiamo tranquilli…

Gearbox: sei notizie sull’auto, più una – #13

0 commenti

A cura di @Jeby.

Ben trovati ad un nuovo appuntamento con le sei notizie sul mondo auto, più una. E se le marce normali non vi bastano, controllate i commenti per le ridotte!

In questo post: futuri passati, nuovi presenti, ritorni inattesi, nastri di partenza, promesse da mantenere, più sicurezza e meno nausea. In più: il diesel rallenta, il vandalismo no.

R 1 3 5
|_|_|_|
  | | |
  2 4 6


Prima – Retrofuturismo e neoclassicismo

Jalopnik dedica un articolo alla Suzuki RT-1, un concept di 4×4 a motore centrale realizzato da Suzuki nel 1987 e che non ha avuto futuro, ma i cui elementi di design sono poi confluiti sulla Mazda/Autozam AZ1.

A mescolare le carte tra presente e passato ci pensa anche Emory, specialista di “restomod” di Porsche 356, che realizza una vettura speciale per John Oates (degli Hall & Oates) sulla base di una 356B, ibridata con una 356A, e dotata di uno speciale boxer a 4 cilindri.

Seconda – Preview e anticipazioni

Si avvicina il Salone di Los Angeles e le case iniziano a rilasciare anteprime. Ad esempio Mazda pubblica un nuovo teaser della Mazda 3, che dovrebbe portare a L.A. il rivoluzionario motore Skyactiv-X e presentarsi anche in versione 3 volumi.

A proposito di nuove tecnologie motoristiche, debutta sul mercato il motore VC-Turbo di Infiniti, sul crossover QX-50. La particolarità del motore è l’adozione di un particolare sistema per variare il rapporto di compressione geometrico a seconda delle condizioni di guida.

Per vedere la nuova Toyota Supra in versione definitiva bisognerà invece aspettare il salone di Detroit, ma è già possibile preordinarla sul sito ufficiale.

Terza – A volte ritornano (speciale EICMA)

In questi giorni si è svolto a Milano l’EICMA, uno dei più importanti saloni internazionali per le 2 ruote. Nel mezzo delle moltissime novità e anteprime mondiali, spiccano alcuni ritorni dal passato: Italjet torna con l’anticonformista Dragster, che riprende aggiornandole linee e idee dell’originale; Malaguti rientra nel mercato europeo, con uno scooterone 300 e 5 moto col 125 di Aprilia; Operazione nostalgia anche per Fantic che ripropone il Caballero in versione 500cc ed elettrica, e l’Issimo sotto forma di pedelec/fat bike; guardando fuori dai confini italiani, Yamaha presenta la versione definitiva dell’atteso ritorno del Teneré.

Quarta – 3, 2, 1… 25 milioni!

Iniziano a far capolino le novità per quanto riguarda il futuro mondiale endurance, infatti nel nuovo regolamento del WEC la classe LMP1 sarà sostituita nel 2020 dalla nuova categoria Hypercar. Per competere in questa classe la “Scuderia Cameron Glickenhaus” ha presentato la nuova SCG 007.

Intanto in Lombardia si lavora per cercare di salvare le sorti dell’Autodromo di Monza: nel 2019 scadrà il contratto per l’utilizzo in Formula 1, così la regione si ha presta ad investire 25 milioni di euro, in un piano quinquennale, per mantenere il circuito aggiornato agli standard richiesti dal circus F1.

E’ invece assodato che il grande complesso di tracciati che Geely, l’azienda cinese proprietaria tra le altre di Volvo e Lotus, ha recentemente acquistato in Utah, non sarà usato per i mondiali di F1, ma espanso e utilizzato come centro di intrattenimento per i fan del motorsport.

Quinta – Nikola, Tesla e l’elemento più diffuso nell’universo

Tempo di cambiamenti elettrizzanti in Tesla: Musk doverosamente cede la poltrona di Presidente a Robyn Denholm, manager australiana già nel CDA di Tesla dal 2014 come consulente esterno. In più, la Model 3 avrà presto un “Track Mode” per esaltare la guida in derapata di potenza. In pista, ovviamente.

E a proposito di elettriche, il governo italiano sta procedendo alla creazione di incentivi per l’acquisto di auto elettriche, mentre avanzano le proposte ad idrogeno, anche tra i mezzi pesanti, come il nuovo Nikola 3, motrice ad idrogeno dedicata al mercato europeo. La promessa dell’idrogeno è così sentita che l’Italia ha emanato un decreto per adeguare la rete di distribuzione permettendo il rifornimento a 700 bar invece che 350 bar.

Sesta – Safety, and security, first

E’ stato approvato e dal Senato il “Decreto Sicurezza”: il testo, volto ad affrontare preventivamente le minacce terroristiche, include anche norme relative al noleggio e all’uso di vetture. Tra le novità degne di nota: la Polizia Municipale sarà dotata di taser, viene reintrodotto il reato di blocco stradale, così che l’ostruzione e l’ingombro dei binari diventerà reato penale.

Sul piano della sicurezza, Tesla introduce il “Navigate on Autopilot”, una sorta di anticipazione di guida autonoma, in cui l’auto esegue alcune manovre (sorpasso, uscita ecc) in modo autonomo basandosi su velocità e impostazioni del navigatore. Consumer Report l’ha provato e non è rimasto pienamente soddisfatto:

Ma se in futuro tutte le auto saranno a guida autonoma, come farà chi soffre di mal d’auto? Ci pena Jaguar-Land Rover che ha lanciato una ricerca per realizzare sistemi che riducano il mal d’auto, consigliando anche di cambiare lo stile di guida.

Retromarcia – Passo in dietro per il diesel, bike sharing shaming, BMW guarda alla Cina

Mentre in Germania si tenta di raggiungere un accordo sulla circolazione dei diesel pre Euro 5, il mercato delle auto a gasolio in Europa crolla inesorabilmente. Nel terzo trimestre del 2018 le vendite hanno subito un crollo del 18% rispetto all’anno precedente, tanto che nel vecchio continente la diffusione di auto diesel è ormai sotto al 35%.

Purtroppo niente ha potuto arrestare gli atti di vandalismo sulle bici in sharing a Roma, tanto da costringere O-Bike ad abbandonare la capitale, rendendo Roma l’unica capitale europea senza bike sharing.

Infine, le politiche commerciali di Trump potrebbero ottenere risultati opposti al previsto: BMW potrebbe spostare parte della produzione dei SUV dagli USA alla Cina.

 

Immagine di apertura di jeby, particolare di Alfa Romeo Tipo 33/3, rilasciata in licenza CC BY 4.0


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.