stiamo tranquilli…

Il Garante della Privacy ha un ruolo cruciale. La nomina di Ignazio La Russa è da scongiurare

Il Garante della Privacy ha un ruolo cruciale. La nomina di Ignazio La Russa è da scongiurare

0 commenti

Fabio Chiusi prende posizione contro la voce che diviene insistente sulla candidatura di Ignazio La Russa a presidente dell’Autorità Garante.

La nostra è un’era in cui i dati sono entrati in ogni cosa. Algoritmi decidono, sempre più in autonomia, i nostri diritti: l’accesso al welfare e alla sanità, se abbiamo diritto a varcare un confine, se siamo evasori o meno, se siamo debitori affidabili o meno, se siamo la persona giusta per quel posto di lavoro, se meritiamo un premio assicurativo più favorevole.

I dati determinano il governo delle città, le regolazioni dei termostati intelligenti nelle case e negli uffici, le offerte di consumo, la propaganda politica, la prossima avventura sentimentale. Non c’è campo dell’umano che non sia contaminato, ibridato da dati, quantità, correlazioni, calcolo.

Non è solo questione di privacy, ma di democrazia, equilibrio dei diritti fondamentali della persona. È di tutto questo che il Garante, a partire dal 2019 e per il prossimo settennato, dovrà occuparsi.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.