stiamo tranquilli…

In Vietnam una vittoria per i lavoratori

0 commenti

A cura di @Perodatrent

AsiaTimes riporta che il Vietnam, governato dal locale partito comunista, ha deciso di permettere ai lavoratori di costituire sindacati autonomi. La decisione è dettata dagli obblighi legati agli accordi di libero scambio con l’Europa e altri paesi del sud-est asiatico.

Negli ultimi anni nel paese sono aumentati gli episodi di sciopero “illegale” da parte dei lavoratori, sembra soprattutto in attività gestite da società estere, accusate di non collaborare con le autorità locali per decidere sulle lagnanze dei lavoratori.

“These new provisions demonstrate a significant commitment to advancing the protection of labor rights”, the US embassy in Hanoi said in a statement in November. The EU has also praised the move towards stronger labor rights.

Ma i dissidenti locali obiettano che è ancora presto per dare una patente dì credibilità al governo, che potrebbe adottare misure che negherebbero le aperture, come rifiutarsi di dare il permesso di costituire un sindacato, o creare sindacati governativi.

 

Immagine da Wikimedia Commons

 

 

 


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.