stiamo tranquilli…

Senza la manodopera straniera il Regno Unito è in cortocircuito

Senza la manodopera straniera il Regno Unito è in cortocircuito

0 commenti

C’è chi invoca l’intervento dell’esercito: almeno duemila autisti con le stellette, per sostituire i camionisti mancanti e portare rifornimenti alle catene di fast food. Chi chiede una revisione delle regole del dopo Brexit, per includere gli autisti dei tir tra i lavoratori altamente specializzati che possono entrare senza visto. Chi, dagli scranni del governo di Boris Johnson, si appella agli imprenditori perché assumano manodopera britannica. E chi già teme un Natale rovinato per scaffali vuoti o prezzi alle stelle (o entrambi). Un articolo di Roberta Carlini comparso su Internazionale.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.