stiamo tranquilli…

Il conservatorismo Tory è morto (in UK)?

Il conservatorismo Tory è morto (in UK)?

di francisco quintay • 13 Giu 2019 • 0 commenti 2

A cura di @francisco quintay.

Un’intervista su Politico a David Gauke, esponente del tradizionale conservatorismo Tory, che mette in luce la trasformazione in atto nel partito e i rischi legati al progetto della “no deal Brexit” sostenuto dalla maggioranza dei candidati alla guida del partito dopo le dimissioni della May. 

Politica, Rapide

Il negoziato sulla Brexit, spiegato bene [EN]

Il negoziato sulla Brexit, spiegato bene [EN]

di francisco quintay • 30 Mag 2019 • 0 commenti 1

Su segnalazione di @francisco quintay (modificato)

Chris Cook, ex giornalista della BBC ora con Tortoise Media, analizza passo passo le varie fasi del negoziato sulla Brexit fra Regno Unito ed UE in un lungo articolo a puntate, mettendo in evidenza gli errori del Regno Unito (che imputa in buona parte direttamente a Theresa May) e la posizione di forza che l’UE è riuscita ad ottenere grazie a una serie di fattori. 

Mondo, Rapide

Facebook’s role in Brexit — and the threat to democracy [EN+IT]

Facebook’s role in Brexit — and the threat to democracy [EN+IT]

di Lowresolution • 26 Apr 2019 • 0 commenti 8

A cura di @Lowresolution.

La giornalista inglese Carole Cadwalladr, la cronista dell’Observer che ha rivelato lo scandalo di Cambridge Analityca (e che è stata bannata a vita da Facebook per questo), ha spiegato in un TED Talk come i social hanno influito sulla Brexit, partendo dalla storia di un piccolo villaggio del Galles, dove lei é nata, che é stato rinnovato negli anni grazie a centinaia di milioni di Euro di fondi Europei, ma che ha registrato il più alto tasso di voti “leave”. 

Mondo, Rapide

Eu Porn, il lato sexy dell’Europa – n.2

Eu Porn, il lato sexy dell’Europa – n.2

di s1m0n4 • 22 Feb 2019 • 0 commenti 1

A cura di @s1m0n4.

In questa seconda puntata della newsletter de Il Foglio:

  • il romanzo dello scrittore austriaco Robert Menasse, La Capitale
  • l’analisi di Steven Erlanger, giornalista per il NY Times e due volte vincitore del premio Pulitzer, sulle elezioni europee
  • La nuova campagna ungherese complottista di Viktor Orbán, che rischia di fare uscire il suo partito dal Ppe
  • L’idea della Serbia e del Kosovo di ridisegnare i loro confini su base etnica per poter entrare nell’UE
  • Lione al centro dei dibattiti, dalle dichiarazioni di Toninelli agli scontri fra gilet gialli e tanto altro
  • Nasce un nuovo partito di laburisti ribelli, l’Independent Group, che accusa pesantemente Jeremy Corbyn

Il governo ungherese dice: “Avete il diritto di sapere che cosa sta per fare Bruxelles: vuole introdurre quote obbligatorie per la riallocazione dei migranti.

 

Politica, Rapide