stiamo tranquilli…

L’avvento di una nuova arma nucleare russa

di Qfwfq • 10 Dic 2019 • 0 commenti 11

Un articolo di Difesa Online parla del veicolo sottomarino autonomo Poseidon.

Poseidon è un veicolo sottomarino senza pilota di progettazione stealth con portata massima di 10.000 chilometri, capace di viaggiare ad una profondità di 1.000 metri e fino ad una velocità di 185 chilometri orari grazie ad una propulsione rivoluzionaria affidata ad un reattore nucleare miniaturizzato azionante un piccolo idrogetto.

 

Feat, Mondo

“Il fascismo non passerà”

“Il fascismo non passerà”

di werner58 • 25 Nov 2019 • 0 commenti 3

A cura di @werner58

Dmitry Borko, fotogiornalista russo, cercando di approfondire la storia di una foto che scattò nell’agosto del ’91, durante il fallito golpe anti-Gorbačëv (quello quando Eltsin salì sul carro armato), ha fatto una scoperta curiosa: la giovane studentessa francese che nella foto regge un cartello con la frase del titolo, quasi trent’anni dopo, ha vinto il premio Nobel per l’economia. 

Mondo, Rapide

L’incidente nucleare più strano [EN]

di werner58 • 23 Set 2019 • 0 commenti 8

A cura di @werner58

0,75 millirem per ora — né buono, né terribile. Questo è il livello di attività misurato da alcuni giornalisti russi al villaggio di Nyenoksa (Нёнокса), presso alcuni rottami di una chiatta coinvolta nel misterioso incidente dell’8 agosto in cui hanno trovato la morte cinque scienziati russi, e abbandonata su una spiaggia nell’apparente disinteresse del governo. 

Feat, Mondo

Ritorno a Togliatti

Ritorno a Togliatti

di Yoghi • 22 Lug 2019 • 0 commenti 4

Su suggerimento di @Yoghi.

A metà Anni 70 la fabbrica produceva 600 mila vetture all’anno destinate al mercato sovietico. Oggi appartiene al gruppo Renault-Nissan che vi realizza le Lada e altri marchi minori.

 

Feat, Mondo

Il fascino discreto della Russia per l’Italia

Il fascino discreto della Russia per l’Italia

di @Carlj2000 • 15 Lug 2019 • 0 commenti 0

A cura di @carlj2000 (modificato).

Il Riccardo Dal Ferro e Michele Boldrin discutono sulla fascinazione degli italiani nei confronti della Russia, che per loro nasce dalla ricerca di un antagonista nei confronti degli USA da parte dell’anti-atlantismo degli anni ’60. 

Feat, Video