stiamo tranquilli…

La società signorile di massa e il cherry picking di Luca Ricolfi

La società signorile di massa e il cherry picking di Luca Ricolfi

0 commenti

Sul blog Econopoly del Sole 24 Ore, Alessandro Guerani analizza il libro di Luca Ricolfi “La Società Signorile di Massa” (già commentato anche qui), in cui sono descritte le cause del cosiddetto “declino italiano”.
Secondo Guerani, il sociologo Ricolfi fa “cherry picking” dei dati per dimostrare la sua tesi, che nel post viene analizzata e smontata con dati e tabelle che mostrano una realtà diversa.

Secondo Guerani non è vero che il numero di occupati e di ore lavorate sia in calo, come scrive Ricolfi, mentre il problema fondamentale resta la qualità e la produttività del nostro Paese: in pratica si lavora di più ma il PIL non cresce.

Sul fatto che invece più della metà della popolazione non è occupata, il problema che abbiamo è demografico, non economico, cioè abbiamo troppi anziani che sono fuori dalla fascia lavorativa 15-64, e, purtroppo, non nella fascia 0-15. La popolazione, cioè, sta invecchiando velocemente.

Ma qua viene il secondo grande problema: non siamo in grado di utilizzare in maniera proficua il fattore lavoro. Infatti ad un aumento della popolazione attiva, e pure degli occupati negli ultimi anni, non c’è stato un corrispondente aumento del PIL. In pratica stiamo aumentando l’età pensionabile, stiamo incentivando forme di impiego a più non posso ma, alla fine, con un risultato minimo.

Mettiamo più “benzina” nel motore per andare praticamente alla stessa velocità.


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.