stiamo tranquilli…

77a Mostra del Cinema di Venezia – Il gran finale

0 commenti

Questa sera alle 19 si terrà la Cerimonia di Premiazione della settantasettesima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, edizione fortemente e coraggiosamente voluta dal nuovo Presidente della Biennale Roberto Cicutto e dal Direttore della Mostra del Cinema Alberto Barbera per “dare un segnale di fiducia e di concreto sostegno al mondo del cinema e all’industria audiovisiva duramente colpiti dalla diffusione del virus e dalle sue drammatiche conseguenze”.
Tra poche ore scopriremo quali sono il film a cui la Giuria Internazionale presieduta dall’attrice Cate Blanchett ha deciso di assegnare il Leone d’Oro e gli altri premi collaterali del concorso (il Leone d’Argento per la miglior Regia, il Gran Premio della Giuria, l’Osella per la Miglior Sceneggiatura e le Coppe Volpi per le migliori interpretazioni maschile e femminile).
Rispetto alle edizioni precedenti quest’anno al Lido la compagine di film holliwoodiani è stata per cause di forza maggiore molto ridotta e questo ha permesso agli organizzatori di concedere maggiore spazio ad altri paesi; si sono visti molti film dell’est Europa e anche un gradito ritorno dei film orientali che, dopo la direzione di Marco Müller conclusasi nel 2011 durante la quale avevano fatto da padroni, in questi ultimi anni erano stati messi un po’ in disparte.
In quest’edizione della Mostra il livello complessivo dei film è stato piuttosto alto anche se non c’è stata un’opera nettamente superiore alle altre come accaduto due anni fa con Roma di Cuaron né ci sarà un testa a testa finale per il Leone d’oro come l’anno scorso tra Joker e L’Ufficiale e La Spia. I pretendenti alla vittoria quest’anno sono infatti numerosi ed è davvero difficile fare pronostici anche perchè a decidere il Leone d’Oro e gli altri premi saranno probabilmente sottili equilibri e compromessi tra i membri della Giuria.
Tra i favoriti per la vittoria ci sono sicuramente Nomadland di Chloé Zhao con una sempre meravigliosa Frances McDormand, Quo Vadis, Aida? del regista bosniaco Jasmila Zbanic che racconta i tragici fatti del massacro di Srebrenica, molto ben interpretato dall’attrice Jasna Đuričić in corsa per la coppa Volpi, Khorshid, Figli del Sole del regista iraniano Majid Majidi e Le Sorelle Macaluso di Emma Dante. Tra gli outsider che potrebbero aggiudicarsi un premio menzioniamo il particolarissimo film polacco Non Cadrà più la neve di Malgorzada Szumowska, The Disciple di Chaitanya Tamhane delicato film su un cantante di musica classica indiana, Cari Compagni! di Andrei Konchalovsky e Pieces of a Woman di Kornel Mundruczo con una bravissima Vanessa Kirby anch’essa in corsa per la Coppa Volpi.

Questa edizione della Mostra del Cinema è stata caratterizzata da una fortissima presenza femminile, sia per quanto riguarda il numero di registe presenti in concorso, sia soprattutto per quanto riguarda le tematiche e le storie affrontate dai film; sono state numerose infatti le interpretazioni femminili di alto livello e la “competizione” per aggiudicarsi la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile quest’anno sarà più agguerrita che mai. Oltre alle già citate Jasna Đuričić per Quo Vadis, Aida?, Frances McDormand in Nomadlande e Vanessa Kirby, in concorso con addirittura due film (Pieces of a Woman e The World to Come), vanno ricordate Katherine Waterston, sempre in The World to Come, Julia Vysotskaya in Cari Compagni! e Romola Garai in Miss Marx. Di converso in questa edizione sono stati davvero pochi i ruoli e le interpretazioni maschili degne di nota tra cui la giuria dovrà scegliere la Coppa Volpi maschile; tra le poche interpretazioni maschili ricordiamo quelle di Alec Utgoff in Non Cadrà più la neve e di Chaitanya Tamhane in The Disciple.
Per quanto riguarda il Premio Marcello Mastroianni per il miglior attore emergente sarebbe bello se andasse a tutti i ragazzi iraniani del cast di Khorshid, Figli del Sole.
Per quanto riguarda i film italiani, oltre al già citato Le Sorelle Macaluso, quest’anno sono stati presentati altri tre film in concorso Padrenostro di Claudio Noce, Miss Marx di Susanna Nicchiarelli e Notturno di Gianfranco Rosi. Il bilancio finale del Cinema italiano in questa edizione della Mostra del Cinema può essere considerato tutto sommato buono e le speranze di premi per gli autori italiani sono concrete. Oltre a Le Sorelle Macaluso anche Miss Marx e Notturno, opera senza dubbio di altissimo livello artistico, potrebbero infatti aggiudicarsi dei premi in questa edizione della Mostra del Cinema.

Qui di seguito trovate l’elenco completo con le relative minirecensioni di tutti e diciotto i film in Concorso e di alcuni film fuori concorso di questa settantasettesima edizione della Mostra del Cinema di Venezia:

Film in concorso

The Disciple di Chaitanya Tamhane (Voto 8+)

Nomadland di Chloé Zhao (Voto: 8)

Le Sorelle Macaluso di Emma Dante (Voto 8)

Khorshid, Figli del Sole di Majid Majidi (Voto 8-)

Never Gonna Snow Again di Malgorzada Szumowska e Michał Englert (Voto 8-)

Quo Vadis, Aida? di Jasmila Zbanic (Voto 7,5)

Pieces of a Woman di Kornel Mundruczo (Voto 7,5)

The World to Come di Mona Fastvold (Voto 7,5)

Dorogie Tovarishi! (Cari Compagni!) di Andrei Konchalovsky (Voto 7 1/2)

Nuevo Orden di Michel Franco (Voto 7)

Spy no Tsuma (Wife of a Spy) di Kurosawa Kiyoshi (Voto 7)

And Tomorrow The Entire World di Julia Von Heinz (Voto 7)

In Between Dying di Hilal Badarov (Voto 7)

Miss Marx di Susanna Nicchiarelli (Voto 7-)

Padrenostro di Claudio Noce Voto (Voto 6+)

Laila in Haifa di Amos Gitai (Voto 5)

Amants di Nicole Garcia (Voto 4)

Notturno di Gianfranco Rosi (Voto S.V.)


Film fuori concorso

Mandibles di Quentin Dupieux (Voto 8)

The Furnace di Roderick MacKay (Voto 7,5)

Night in Paradise di Hoon-jung Park (Voto 7,5)

La Nuit des Rois di Philippe Lacôte (Voto 7,5)

Lacci di Daniele Lucchetti (Voto 7,5)

Selva Tragica di Yulene Olaizola (Voto 6,5)


Commenta qui sotto e segui le linee guida del sito.